LA CHIROPRATICA

Chiropratica, una professione manuale della salute

Disciplina della salute, la chiropratica si distingue per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione dei disturbi del sistema neuro-muscolo-scheletrico. Essa tratta quindi le patologie principalmente meccaniche “reali” o percepite dal sistema muscolo-scheletrico, in particolare della colonna vertebrale. Agisce anche sulle loro ripercussioni biomeccaniche e neurofisiologiche. La presa a carico del paziente durante una consultazione chiropratica tiene conto degli aspetti bio-psico-sociali e del loro impatto sulla salute.

Professione di primo contatto

Il chiropratico è un professionista di primo contatto; i pazienti lo consultano direttamente senza il bisogno di alcuna prescrizione. Il diploma di Medico Chiropratico o Dottore in Chiropratica gli offre l’opportunità di procedere ad una presa a carico totale: procede infatti all’anamnesi, all’esame clinico e fisico, alla formulazione di una diagnosi e, qualora fosse necessario, propone un piano di trattamento. È possibile inoltre il rilascio di ricette medicamentose, di certificati medici (per il lavoro, militare e protezione civile), la richiesta di qualsiasi esame radiologico o di medicina nucleare così come le analisi di laboratorio.

Trattamenti essenzialmente manuali

La chiropratica interviene sul sistema neuro-muscolo-scheletrico o su qualsiasi altro tessuto correlato. Per questo, i professionisti usano metodi terapeutici conservativi, principalmente manuali. Questi includono aggiustamenti chiropratici (manipolazioni articolari specifiche) sulla colonna vertebrale, sul bacino e sulle articolazioni periferiche. L’utilizzo di modalità quali le onde d’urto, la flessione-distrazione, la terapia laser e via dicendo può essere utilizzata a scopo curativo complementare.

Terapia manuale di fama mondiale nel campo della salute

“La chiropratica è una delle forme più usate e popolari di terapia manuale. È attualmente praticata in tutto il mondo e regolamentata dalla legge in oltre 40 paesi.”

.

PER CHI?

A tutte le età la chiropratica può aiutare a migliorare il comfort e la qualità della vita al quotidiano.

  • tutti gli sportivi, dilettanti o professionisti che desiderano eliminare i loro dolori, per ottimizzare il loro recupero…
  • tutti gli anziani decisi a non soffrire e desiderosi di continuare o sviluppare le proprie attività, godersi la vita…
  • tutti i genitori di bambini o adolescenti che si prendono cura durante la loro crescita, le loro attività sportive, la loro postura durante il periodo scolastico…
  • tutte le donne in momenti particolari della loro vita come la gravidanza…

.

LA VISITA… COME FUNZIONA?

  • ricevere il paziente durante un colloquio e stabilire la loro anamnesi dettagliata (antecedenti medicali)
  • eseguire esami ortopedici, reumatologici e neurologici, quindi eseguire un esame chiropratico approfondito (palpazione manuale) della colonna vertebrale, delle ossa del bacino e di altre articolazioni
  • utilizzare, se necessario, un esame radiologico (Rx, risonanza, Tac, esami di laboratorio)
  • collaborare con medici specialisti, laboratori di analisi, reparti d’investigazione radiologica (MRI, scanner);
  • formulare una diagnosi e preparare un piano di trattamento

Dopodiché si procede al trattamento chiropratico dei pazienti aggiustando con una forza controllata l’articolazione la cui funzione è disturbata. Vengono eseguite varie forme di terapia fisica per integrare e ottimizzare gli effetti del trattamento chiropratico: crioterapia (terapia fredda), onde d’urto, ultrasuoni, terapia cranio-sacrale, digitopressione o agopuntura. Si determinano in seguito i progressi del paziente nel corso delle sedute e si regola il trattamento secondo necessità.

Infine la prevenzione: ai pazienti vengono dati consigli sul loro stile di vita e sulle pratiche quotidiane (posizionamento al lavoro, sport, alimentazione, gestione dello stress, ecc.) in modo da migliorare e prevenire il loro stato di salute generale.

.

CHIROPRATICA E OSTEOPATIA

Anche se la chiropratica e l’osteopatia sono entrambe delle terapie manuali non medicamentose indicate nel trattamento del mal di schiena, la chiropratica è più focalizzata sul sistema nervoso e osteoarticolare, mentre l’osteopatia è più focalizzata sul sistema viscerale e craniale.

La prima differenza è sicuramente sul piano formativo. La chiropratica è una delle cinque professioni mediche universitarie in Svizzera (insieme al medico, al dentista, al farmacista e al veterinario) e la cattedra esiste dal 2008 nell’ambito della Facoltà di Medicina presso l’Università di Zurigo in collaborazione con la clinica universitaria Balgrist. Gli studi base sono dunque di 6 anni, dopodiché ci sono ancora 3 anni di specializzazione per essere riconosciuto definitivamente quale chiropratico specialista, per un totale di 8-9 anni.

Inoltre la chiropratica non ha lo stesso campo di competenza dell’osteopatia.
A differenza dell’osteopata, il chiropratico è uno specialista del sistema neuro-muscolo-scheletrico e della colonna vertebrale. Si prende cura delle patologie del sistema muscolo-scheletrico (principalmente della colonna vertebrale) ma amplia il proprio campo anche alla neurologia (tra cui la neurologia funzionale), alla kinesiologia applicata e tante altre tecniche.

Il chiropratico, come un qualsiasi altro medico, effettua un’anamnesi, un esame clinico-fisico, formula una diagnosi e propone un trattamento possibile. È possibile inoltre il rilascio di ricette medicamentose, di certificati medici (per il lavoro, militare e protezione civile), la richiesta di qualsiasi esame radiologico o di medicina nucleare così come le analisi di laboratorio. 

Chiropratica ed osteopatia non hanno lo stesso campo legale: è consentita una maggiore autonomia ai chiropratici. Infatti sono autorizzati ad eseguire tutti i tipi di mobilizzazioni e manipolazioni con vettori di forza, strumentali o assistiti meccanicamente, consentendo così un supporto completo. Sono gli unici professionisti ad avere il diritto di eseguire manipolazioni cervicali con il vettore di forza, senza bisogno di alcun certificato medico.

Queste due professioni “cugine” utilizzano tecniche simili e spesso un professionista integra e utilizza una tecnica dell’altra e viceversa. Entrambe le professioni sono molto valide!

.

STORIA DELLA CHIROPRATICA

La chiropratica ha una storia lunga e complessa, centinaia di libri esistono su questa fantastica disciplina. Fu fondata nel 1895 a Davenport, nello Iowa, da Daniel David Palmer.

Daniel David (B.B.) Palmer

Il primo e leggendario aggiustamento chiropratico fu praticato al “tuttofare” della famiglia Palmer, Harvey Lillard. Quest’ultimo recuperò un buon udito a seguito di un aggiustamento, essendo un ipoudente. Dato il risultato strabiliante Palmer presentò questo nuovo metodo quasi in un’ottica religiosa. Nonostante ciò sarà imprigionato per pratica illegale della medicina a più riprese. Il metodo fu dichiarato ufficiale nel 1897 con la fondazione della Palmer School of Chiropractic. Ha scritto un libro sulla chiropratica, “The Chiropractor”, pubblicato postumo nel 1914. Suo figlio, Bartlett Joshua Palmer, colonnello di riserva della Guardia Nazionale, continuò il suo lavoro sviluppandolo tecnicamente e adattandolo alla conoscenza scientifica del tempo, spesso in contrasto con il padre.

Bartlett Joshua (B.J.) Palmer

Fondò una scuola di chiropratica vicino a Chicago nel 1902: scuola rimasta aperta dopo i risultati del Rapporto Flexner del 1910, in quanto si conformava al nuovo standard delle scuole sanitarie negli Stati Uniti.

La World Chiropractic Federation (WFC) è membro dell’OMS dal 1993 ed è stata riconosciuta come una professione sanitaria complementare dal Comitato olimpico internazionale dal 1992.

La chiropratica è la terza professione sanitaria negli Stati Uniti dopo la medicina generale e la chirurgia dentale.

La ricerca scientifica riguardante la chiropratica ha ormai raggiunto un certo peso, grazie ad innumerevoli pubblicazioni. Nel 2011, l’Istituto nazionale di salute e ricerca medica (INSERM) pubblica uno studio che afferma che “nella lombalgia acuta o sub-acuta, la chiropratica sembra efficace, con un’efficienza di un ordine di grandezza paragonabile all’efficacia di trattamenti alternativi per farmaci, interventi chirurgici, fisioterapia “.

Oggi oltre 40 paesi in tutto il mondo riconoscono lo status giuridico a questa professione.

Daniel David (B.B.) Palmer
Daniel David (B.B.) Palmer